La Storia

La Storia

1947
””

1947-1982: Dai liquori all’entrata in Conserve Italia

La storia di Derby inizia nel 1947 come produttrice di bibite gassate a base di frutta, nei gusti Arancio, Limone e Rabarbaro.

Alle bibite, si affianca la produzione e la commercializzazione dei liquori con due prodotti: il Don Bairo e il Rosso Antico.

La società Salfa, allora proprietaria del marchio, mantiene nel listino prodotti destinati al canale alimentare e al bar. Nel 1982 la proprietà della Salfa S.p.A passa dalla Giò-Buton S.p.A al gruppo Conserve Italia.

1982
””

1982-1992: Frutta e natura

La produzione è ora esclusivamente incentrata sui nettari, succhi di frutta e bevande col marchio Derby Blue.

Il codice in comunicazione per tutti gli anni ottanta è la naturalità: Derby è “solo buona frutta”, o “frutta di bellezza”. L’elemento di genuinità e naturalezza sembra però contrastare con la visione frizzante dei prodotti originari.

Alla fine degli anni ottanta la comunicazione riconverte i valori di prodotto verso quest’ultima area, dichiarando, per mezzo di una grafica moderna e brillante, le caratteristiche energetiche dei propri succhi.

1992
””

1992-1999: L’innovazione di prodotto, di servizio e il rilancio della marca

Nel 1992 viene lanciata la linea di alta gamma di Derby Blue: non solo un impegno qualitativo ma un modo di valorizzare il prodotto dal punto di vista formale, impreziosendolo anche di qualità estetiche per lanciarlo sul mercato del Bar, riavvicinandosi così alle proprie origini. In questo periodo Derby Blue è sponsor di Festivalbar.

Gli anni successivi testimoniano una notevole spinta creativa della marca orientata verso molteplici direzioni: innovazioni formali (la mitica bottiglia in vetro blu), innovazioni di prodotto e infine vere e proprie rivoluzioni di servizio, come la bottiglia di plastica (1997).

1999
””

1999-2008: Il consolidamento


Sono gli anni della grande ascesa della bottiglia da 200 ml del canale bar.
In breve tempo Derby Blue diventa la seconda marca nel mercato Ho.re.ca. (anche grazie alle performance della bottiglia in plastica da 1,5 L).
Nell’area Retail si completa la distribuzione della plastica con i formati 1 L, 1,5 L e 500 ml.

Nel 2005 viene introdotto il nuovo logo Derby Blue che caratterizza tutta la gamma dei succhi destinati ai canali retail e Ho.re.ca..

Nel 2007 viene lanciata la nuova gamma di succhi e nettari ipocalorici: + FRUTTA – CALORIE.

È in questi anni che Derby Blue assume la connotazione di marca innovativa, trendy e rivolta a un mondo giovane-adulto.

2013
””

2013: Le prime Limited Editions

Corre l’anno 2013, Derby Blue decide di dedicare allo sport una collezione esclusiva della classica bottiglietta.
Dal sodalizio stretto con alcune tra le squadre di calcio più famose del panorama sportivo italiano, Bologna, Fiorentina, Atalanta, Palermo e Cagliari, nasce un’edizione limitata di bottiglie serigrafate a loro dedicate, per un pubblico giovane che ha sempre sete di grandi emozioni.

 

2015
””

2015: Nasce Italian City Collections

Nel 2015, la bottiglia Derby Blue dà vita a un’altra iniziativa coinvolgente e innovativa, scegliendo stavolta di omaggiare le città e i territori italiani. Il brand, forte del successo ottenuto con le realtà sportive, lancia una nuova edizione limitata, la City Collection Derby Blue; una vera e propria dedica alle unicità del Bel Paese, da assaporare sorso dopo sorso.

 

 

2018
””

2018: I 20 anni della bottiglia blu con una nuova veste

È il 2018, Derby Blue compie 20 anni e per festeggiare questo importante anniversario si regala un nuovo look. Un restyling del pack unconventional e contemporaneo, con un lettering molto evidente che racconta i gusti, è pronto a stupire i consumatori. L’etichetta è contraddistinta dai colori che da sempre raccontano il brand, in un gioco estetico di familiarità e innovazione.